Bella Ciao  

 

                                                       

Bella Ciao è una sanpierota di poco più di  vent'anni. E' stata costruita  alla Giudecca in un cantiere che attualmente non esiste più. Viene sottoposta a lavori di manutenzione almeno due volte all'anno; nell'estate del 2002 il fondo è stato reso impermeabile con resina epossidica. 
Appartiene alla categoria delle sanpierote piccole, quelle cioè che misurano fuori tutto fino a m. 6,20 di lunghezza, e montano una vela maestra di 16 m2 . Appartiene quindi alla categoria "Verde", volendo prendere a riferimento la classificazione fatta dall'Associazione Vela al Terzo di Venezia.
In pratica, la sua misura effettiva al fondo corrisponde a m. 4,62 di lunghezza, in coperta misura circa m. 5,65. 
Bella Ciao è armata con una randa in Vectram di m2 16,80 della veleria  Hood (la regola sulle misure delle vele consente una tolleranza di un metro in più per la randa) e dispone di un set di tre fiocchi: un fiocco da lasco ed uno da bolina della veleria Hood, più un fiocco da bolina di Gianni Naccari. Oltre alla randa Hood, Bella Ciao dispone  di una vela maestra di Gianni Naccari di m2 15,40. Ha inoltre due alberi, uno in lamellare costruito dal cantiere Proto che misura all'incirca 4 metri, l'altro (che viene utilizzato in regata e comunque con la randa Hood) è stato ricavato da una putrella dal cantiere Tramontin e misura circa 5 metri e mezzo. Monta un motore Honda a 4 tempi di 5 cavalli di potenza.

 

                                                                   Pictures from Bhutan: FatGyem and friends

Gyem Dorji all'entrata del Paro Dzong

Valle di Chume, Bumthang: venditore di yathra

Jakar, Bumthang: Gyem e Legdem stivano gli acquisti fatti alla latteria sul 4x4

 

 

All'interno del Wangdue Phodrang Dzong, Wangdue

Tiro con l'arco nei pressi del Chimi Lhakhang,  Lobesa, valle di Punakha

Gyem ci riprova

ancora....

Gyem all'entrata del Jampa Lhankhang, Bumthang

Foto di gruppo: Gyem con la madre, Legdem e Franca nella valle di Trongsa